l’Idea

La Fondazione di Comunità di Messina nasce nel luglio 2010 per promuovere sviluppo umano in un territorio in continuo declino. Essa nasce per elaborare, promuovere e sperimentare nuovi approcci economico sociali capaci di andare oltre i paradigmi dominanti che guardano all’uomo come ad una macchina razionale perfettamente egoista. Essa nasce per immaginare visioni e pratiche capaci di andare oltre quel pensiero unico che ha creato una separatezza fra l’economia e le altre dimensioni del sapere e dell’agire umano. La Fondazione sta sperimentando modelli di welfare di comunità strutturalmente intrecciati con forme di economia civile e produttiva che si alimentano e generano capitale sociale e le libertà strumentali delle persone più fragili.

Operativamente, da un lato promuove imprese inclusive e sistemi socio-economici capaci di generare alternative per tutti, rispetto al lavoro, alla casa, alla socialità, alla conoscenza, alla partecipazione democratica; dall’altro lato, attraverso progetti personalizzati si accompagnano le persone più escluse ad accedere alle alternative generate.

Coerentemente con i valori cui essa si ispira, i meccanismi sociali ed economici proposti dalla Fondazione sono sempre pensati nella logica relazionale del mutuo vantaggio. Per esempio, una parte consistente del fondo è stata utilizzata per creare un parco diffuso di energie rinnovabili, ricco di prototipi e reso economicamente significativo attraverso tecnologie tradizionali, quali il fotovoltaico. Le famiglie, le organizzazioni e le istituzioni che ospitano sulle proprie strutture e sui propri edifici gli impianti sono beneficiarie di tutta la produzione energetica e aderiscono ad un grande gruppo d’acquisto solidale nato per sostenere le produzioni del Distretto. Mutualmente, la tariffa incentivante, il così detto conto energia, viene ceduto a titolo di liberalità alla Fondazione per co-finanziare sul lungo periodo i propri programmi culturali, educativi, di democrazia partecipativa, di welfare di comunità, di sviluppo locale, di ricerca, di internazionalizzazione, di attrazione di talenti creativi.

Oggi la Fondazione è fortemente impegnata nel mainstreaming nazionale ed internazionale delle proprie sperimentazioni. A tal fine ha creato uno strumento nazionale di finanza etica specializzato nel microcredito e nel credito mutualistico, una ESCO sociale europea che opera guardando ai mercati come dei beni relazionali e sta immaginando un processo di trasformazione creando dei fondi per lo sviluppo umano in altri territori e comunità delle periferie del mondo.

News

Horcynus Festival ’17, arti performative a confronto con le periferie geografiche ed esistenziali

14 agosto 2017

Dal 16 agosto, con la prima serata a Scilla, e fino a dicembre, tra le due sponde dello Stretto, torna l’Horcynus Festival, a cura della Fondazione Horcynus Orca. Nel prologo di questa XV edizione, che si è svolto lo scorso 25 luglio, protagonista l’Orchestra del Teatro Cilea di Reggio Calabria in concerto al Parco Horcynus […]

VAI ALL'ARTICOLO

Verso S.E.M.E., il seminario di studi su nuovi modelli di welfare

Mercoledì 26 luglio, a partire dalle 9.30 e fino alle 17.30, presso il Parco Horcynus Orca di Capo Peloro la Fondazione di Comunità di Messina organizza il seminario di studi intitolato “Verso… la Scuola EuroMediterranea di Economia etica, di Bellezza e di Pace (S.E.M.E.)”. Tale seminario si svolge nell’ambito delle attività del Progetto Capacity, co-finanziato […]

VAI ALL'ARTICOLO