La Fondazione

I Fondatori

La Fondazione di Comunità di Messina nasce dal partenariato di alcune tra le principali reti sociali, educative, istituzionali e della ricerca scientifica del proprio territorio e importanti attori e network sociali nazionali ed internazionali.

Gli attori locali coinvolti (oltre il Comitato Promotore della Fondazione di Comunità di Messina), in qualità di soci fondatori sono:

  • Fondazione Horcynus Orca
  • Fondazione Padre Pino Puglisi
  • Consorzio Sol.E.
  • Ecos-Med

Fondazione Horcynus Orca, Fondazione Padre Pino Puglisi, Consorzio Sol.E, Ecos-Med fanno parte del Distretto Sociale Evoluto promosso dalla Fondazione di Comunità di Messina.

A completare il quadro degli attori locali che hanno promosso e co-fondato la Fondazione di Comunità di Messina:

  • Confindustria Messina, oggi fortemente impegnata nella lotta al racket e nella promozione della legalità
  • ASP di Messina, che da anni sperimenta modelli evoluti di welfare comunitario.

Accanto a questa ampia rete locale sono stati co-fondatori della Fondazione di Comunità importanti organizzazioni nazionali:

  • Banca Popolare Etica
  • Parsec, cluster romano della rete nazionale CNCA
  • Associazione Culturale Pediatri

La Fondazione di Comunità di Messina nasce:

  • con l’alto patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, concesso dall’ultimo Governo Prodi;
  • sotto gli auspici della Cassa delle Ammende del Ministero della Giustizia Italiano e della Fondazione con il Sud.
  • con un partenariato strutturato con Caritas Italiana (che intende così aprire una modalità nuova, strategicamente orientata al cambiamento, di costruire segni di testimonianza civile sui territori del sud del Paese) e con REVES (la principale rete europea per la promozione dell’economia sociale e solidale).

La Fondazione di Comunità di Messina è nata con la dotazione di un capitale di cinque milioni di euro. Circa la metà è stato versato dai soci, l’altra metà dalla Fondazione CON IL SUD nell’ambito del suo programma di sostegno alla nascita di fondazioni comunitarie nel Mezzogiorno. Parte della quota versata dal Comitato promotore della Fondazione proviene da un progetto speciale: Luce è Libertà, finanziato dalla Cassa delle Ammende del Ministero della Giustizia e dall’Azienda sanitaria provinciale di Messina, finalizzato a rendere progressivamente autonomi e socialmente inseriti  56 ex internati dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona Pozzo di Gotto.

News

Ciao Gianfri, sapevi amare le persone. Abiterai sempre i nostri cuori

Ciao Gianfri, era bello starti accanto. Offrivi il tuo amore con la spontaneità e l’immediatezza di chi sa amare: come i bambini. Senza vergognarti o pensarci su, perché in te amare era un atto semplice, come dovrebbe essere. Entravi subito in un contatto profondo e diretto con l’umanità dell’altro. Sapevi stare nel mistero delle persone, […]

VAI ALL'ARTICOLO

“Capacità di accesso” per sconfiggere la diseguaglianza

Uno studio a cui ha partecipato anche la Fondazione di Comunità di Messina ha simulato dinamiche di mercato per studiare l’evoluzione della distribuzione della ricchezza. Sistemi caratterizzati già dalle prime iterazioni da distribuzioni fortemente diseguali  evolvono verso un progressivo intrappolamento delle stesse dinamiche economiche.   La Fondazione di Comunità di Messina, in collaborazione con il […]

VAI ALL'ARTICOLO