Per aiutarci a sprigionare la creatività basta un click. Fondo Teatro al Giardino delle Zagare

Laboratori artistici e teatrali a Fondo Saccà, al centro socioeducativo “Il Giardino delle Zagare”, dove ci sono le “casette rosse” del Melograno e del Melarancio e le nostre attività con i bimbi e i genitori. E poi spettacoli teatrali per i grandi e per i bambini. Con un piccolo contributo puoi sostenerci nel renderlo possibile.

E’ proprio per sprigionare l’immaginario e fare in modo che possa essere valorizzato anche come strumento educativo e di crescita che la cooperativa Ecos-Med, uno dei soggetti del Distretto Sociale Evoluto promosso dalla Fondazione di Comunità di Messina, ha ideato il progetto Fondo Teatro – Essere consci del meraviglioso che, oltre ai bimbi, si rivolge a chi è coinvolto nel percorso educativo e di crescita del bambino: i genitori e gli operatori del centro in quanto membri della stessa comunità educante.

Per questo sono previsti due percorsi di formazione: uno per gli educatori, in modo che riescano ad applicare le metodologie artistiche nello sviluppo di una relazione più diretta ed empatica con i più piccoli e uno per i genitori, perché la crescita del bambino possa contagiare il contesto domestico, armonizzando gli sforzi educativi e ampliando il loro raggio di azione. In entrambi i percorsi saranno ad un certo punto coinvolti anche i bambini al fine di porre le basi di un lavoro corale e condiviso.Infine è prevista la visione di tre spettacoli teatrali: uno di teatro contemporaneo per i genitori, per regalare un’ assaggio della magia che il teatro è in grado di offrire, uno di teatro/figura per i piccoli frequentatori del Centro, che sono i destinatari diretti delle attività, uno musicale da realizzarsi con la collaborazione dei bimbi. Gli spettacoli saranno rappresentati all’aperto in tre diverse giornate, verso la fine di giugno del prossimo anno (le attività partiranno a novembre 2020).

Ma il Fondo Teatro vuole essere molto di più: un primo passo verso la realizzazione di un vero e proprio Festival di Teatro per i Ragazzi, la prima contaminazione del linguaggio quotidiano e dell’immaginario della comunità.

Per la realizzazione dei laboratori artistici e delle attività teatrali collaboreremo con la compagnia teatrale Carullo-Minasi che si dedica da sempre all’arte del teatro con l’obiettivo di farla proliferare soprattutto in contesti svantaggiati, partendo dalla convinzione che la rivoluzione comincia dalla poesia, da quel mondo che apre le porte della possibilità e dell’utopia.

Per fare tutto questo abbiamo bisogno di 15.000 euro. E’ sufficiente un piccolo contributo per raggiungerli e contribuire a sviluppare il potenziale creativo dei destinatari del progetto.

Proprio per la sua forza e per le sue caratteristiche originali, Fondo Teatro è stato selezionato dalla Bper Banca, che ci ha permesso di utilizzare la sua piattaforma di crowdfunding per il terzo settore (www.produzionidalbasso.com).  Per ricevere dalla banca un cofinanziamento del 75% pari a 11.250,00€, dobbiamo raccogliere, grazie alle vostre donazioni, 3.750,00€.

Per effettuare una donazione potrai scegliere una delle opzioni cliccando su https://www.produzionidalbasso.com/project/fondo-teatro-essere-consci-del-meraviglioso/ e a destra in alto selezionare “Sostieni questo progetto”.

 

 

 

 

 

News

L’Horcynus Lab Festival continua. Primo appuntamento il 28 settembre con la scuola di Paolo Benvenuti

Con il seminario sulla “Finanza per lo sviluppo sostenibile” si è conclusa la prima sessione di Ghadaan, edizione 2020-2021 dell’Horcynus Lab Festival. È stata l’occasione per discutere nuovi strumenti di valutazione per l’erogazione di microcredito in Italia. Il tema riguarda da vicino le attività della Fondazione di Comunità di Messina che nel 2016 ha lanciato […]

VAI ALL'ARTICOLO

Ghadaan, le due fondazioni messinesi rafforzano le alleanze. A Barca il premio Horcynus Orca

Ha preso il via Ghadaan, nuova edizione dell’Horcynus Lab Festival, in corso al Parco Horcynus Orca di Capo Peloro fino al 23 settembre. Tre giorni di incontri e seminari, in cui si sta ragionando su un modello di sviluppo più equo e sostenibile, una visione del domani (Ghadaan, in arabo, significa appunto “domani”) allo stesso […]

VAI ALL'ARTICOLO